Menu
in ,

Si é arreso l’uomo che aveva preso in ostaggio la figlia e forzato l’ingresso sulla pista dell’aeroporto di Amburgo

Si é arreso l'uomo che aveva preso in ostaggio la figlia e forzato l'ingresso sulla pista dell'aeroporto di Amburgo

Una situazione di ostaggio all’aeroporto di Amburgo che coinvolge una bambina piccola è finita dopo 18 ore, secondo la polizia locale.
L’uomo ha attraversato una barriera di sicurezza sabato sera con sua figlia di quattro anni in macchina e parcheggiato sotto un aereo.
Alla fine si è arreso alle autorità “senza resistenza”, secondo la polizia, ed è stato arrestato.
“La bambina sembra essere illesa”. L’incidente ha causato l’interruzione di diversi voli in arrivo e in uscita dall’aeroporto.
È iniziato tutto verso le 20:00 ora locale (19:00 GMT) quando il sospetto ha guidato la sua auto fino al piazzale dell’aeroporto, l’area in cui gli aerei sono solitamente parcheggiati. Secondo i media locali, ha parcheggiato sotto un aereo della Turkish Airlines.
La polizia ha detto che l’uomo ha sparato con la sua arma due volte in aria e ha lanciato bottiglie in fiamme dal veicolo. Non era chiaro se avesse esplosivi.
Le autorità ritengono che la situazione abbia comportato una “disputa di custodia”. Si dice che la madre della bambina abbia allertato i servizi di emergenza che era stata presa.
La portavoce della polizia di Amburgo Sandra Levgruen ha detto domenica che l’uomo non era d’accordo con alcune decisioni prese dalle autorità in relazione all’accordo di custodia e voleva scappare in Turchia con la bambina.

Written by Davide Lionelli

Exit mobile version