in , , ,

Billie Eilish ha ancora qualche problema nel gestire il body-shaming

Billie Eilish non lo ha mai nascosto. Il body-shaming l’ha sempre condizionata e infastidita. Soprattutto quello online dove le persone dietro ad un nickname casuale spesso di divertono a colpire le altre persone criticando il loro aspetto fisico.
E questo accade anche e soprattutto per le celebrità, che non sono immuni a queste cattiverie gratuite e spesso diventano oggetto di critiche decisamente eccessive e fuori luogo.
Critiche che con il tempo si impara a gestire insieme ad alcuni aspetti della notorietà che delimitano confini ben precisi della tua esistenza in base a quanto internet ti ritenga famosa o meno.
Molti però, anche se spinti e aiutati a gestire queste critiche, non riescono a farsene una ragione, non riescono a comprendere sino in fondo cosa possa scatenare questa cattiveria nelle persone.
Così Eilish in un’intervista rilassante rilasciata a Vogue parla del suo amore per il trucco, della sua immagine da maschiaccio e della sua indifferenza verso coloro che ancora faticano a comprendere la sua persona.
Questo uno dei suoi passaggi: “Non ho bisogno di dimostrare sempre a tutti che sono un maschiaccio. Tipo, è quello che sono, ma sono anche questo tipo di ragazza. Sono anche femminile, e sono anche sexy e sono anche carina, e sono anche tante altre cose e sono solo io.”
Tutto con un’idea del body-shaming che ancora la infastidisce e la colpisce, per quanto molto meno di prima.

What do you think?

Written by Daniela Fresca

La FIFA chiede l'attuazione di pene più severe per i razzisti negli stadi

La FIFA chiede l’attuazione di pene più severe per i razzisti negli stadi

I robots potrebbero non prendere il nostro posto di lavoro ancora per molti anni

I robot potrebbero non prendere il nostro posto di lavoro ancora per molti anni